M di Malcolm X. 1’11” di Radio Ghetto

ABBECEGHETTO. DALLA “A” DI AMORE ALLA “U” DI UNIONE, SCHEGGE SONORE DAL GRAN GHETTO DI RIGNANO GARGANICO.

C’è una domanda ricorrente nelle trasmissioni di Radio Ghetto: chi deve cambiare la situazione delle campagne lavorando per estirpare la condizione di sfruttamento esistente? Lo stato italiano o i braccianti?
In questo estratto la risposta si tenta di trovarla nelle parole e nei ragionamenti di Malcom X.

«Vorrei dire una cosa . C’è un grandissimo militante, leader, afroamericano che si chiama Malcolm X che ha detto se il lavoratore, o meglio, se il povero, o meglio, lo schiavo aspetta che il padrone cambia la sua situazione…non cambierà mai! Per cui, quello che dice Samah è bello, è lo Stato Italiano che deve cambiare le leggi però dobbiamo essere noi a forzare lo Stato Italiano a cambiare le leggi, perché finché noi non cercheremo di organizzarci, di metterci insieme di unirci e creare una forza veramente potentissima per far capire allo Stato Italiano che noi non siamo persone senza cultura, non siamo persone con il cervello vuoto, e che noi vogliamo cambiare la nostra situazione, lo Stato Italiano non si muoverà mai!»

 

Ascolta le altre lettere dell’AbbeceGhetto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...